Gli adolescenti e gli psicofarmaci

Oggi voglio rendervi partecipi di una notizia che mi sembra veramente preoccupante..

Uno studio, condotto dai ricercatori dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (IFC-CNR) di Pisa, sull’uso di sostanze stupefacenti tra i ragazzi di 15-16 anni mostra dei risultati degni di attenzione.

La ricerca, chiamata ESPAD (European School Project on Alcohol and Other Drugs), è stata condotta su un campione di 10 mila studenti italiani e colloca la nostra nazione al quarto posto tra i 35 Paesi europei per consumo di tranquillanti e sedativi senza avere una prescrizione medica.  I Paesi che utilizzano psicofarmaci con più frequenza sono Polonia, Lituania, Francia e Principato di Monaco dove circa il 15% degli studenti ha dichiarato di assumere queste sostanze, ma la media europea è del 6% e in Italia 1 ragazzo su 10 è ricorso almeno una volta al loro uso. Altro dato quasi sconvolgente o almeno imprevisto è il sesso di questi “baby consumatori”: nella maggior parte dei casi, si tratta soprattutto di ragazze e in Italia la percentuale femminile è addirittura doppia rispetto a quella maschile (13% vs. 7%).

Questi dati oltre a preoccupare devono far riflettere. Cosa sta succedendo agli adolescenti di oggi? Perché assumono in modo così sconsiderato dei farmaci dei quali probabilmente non conoscono effetti collaterali e proprietà? Ma soprattutto… dove si procurano antidepressivi o amfetamine se per legge il farmacista non può dispensarli senza ricetta o benzodiazepine, che non possono essere vendute ai minori di 18 anni? E qui entra in gioco la vera questione: li trovano molto probabilmente in casa, usati da genitori e parenti. Da questa conclusione nascono mille riflessioni e interrogativi…come fanno i genitori a non accorgersi di nulla? Quanto sono veramente controllati i ragazzi nelle famiglie? Quanto sono informati del vero motivo per cui questi medicinali vanno presi?

Ma soprattutto…vale la pena risolvere tutti i problemi, spesso non così gravi, prendendo dei farmaci?

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: