Il modello transteoretico del cambiamento

Cambiare fa parte della nostra vita. Ma come è possibile spiegare il processo di cambiamento?

Nel corso degli studi psicologici diversi autori si sono interessati a questo argomento, trattandolo da un punto di vista teorico e clinico.
Prochaska e Di Clemente, invece, propongono il cosiddetto modello transteoretico, che prescinde da qualsiasi modello teorico e cerca di descrivere il “come” del cambiamento.
L’assunto di base è che ogni cambiamento comportamentale avviene in modo generalizzabile, seguendo 5 diverse fasi. Ogni soggetto è, quindi, collocabile sempre in una di queste fasi  in relazione all’oggetto del cambiamento.

Si tratta di un processo circolare all’interno del quale il passaggio da una fase all’altra può essere facilitato tramite alcuni interventi.
Le 5 fasi sono:

  • PRECONTEMPLAZIONE:  il soggetto non è ancora consapevole di dover/voler cambiare. Non c’è intenzione.
  • CONTEMPLAZIONE: la persona considera la possibilità di cambiare e ne ha l’intenzione, ma è convinto di non riuscire o non sa cosa fare.
  • DETERMINAZIONE: la persona comincia a cercare attivamente di cambiare
  • AZIONE: la persona si impegna in azioni concrete volte alla realizzazione di un cambiamento
  • MANTENIMENTO: stabilizzazione del livello di cambiamento raggiunto

In ogni fase ci può, però, essere una RICADUTA: abbandono del processo di cambiamento.

Ecco uno schema esplicativo del modello.

cambiamento

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: