Quando nomi “poco tradizionali” fanno nascere pericolosi pregiudizi..

Va bene, sono un po’ di parte, ma non ho mai amato i nomi per così dire “poco tradizionali”. Non che questi siano meno dignitosi di altri però ho sempre pensato anche io ciò che emerge dalla ricerca citata recentemente dal Corriere della Sera: più il nome è strano più nasceranno pregiudizi riguardo quel bambino/bambina.

Lo studio mostra come effettivamente insegnanti che si trovano sul registro, il primo giorno di scuola, nomi come Kevin, Chanel, Angelina avranno una aspettativa “negativa” di poco impegno e rendimento sui possessori del nome.  Si tratta, secondo me, di una scoperta molto preoccupante sulla quale bisogna riflettere molto. E’ sempre vero che nomi di questo tipo vengono dati ai figli delle famiglie meno scolarizzate e istruite? Come mai? Sarebbe allora il caso di intervenire a limitare e contenere questi pregiudizi, specialmente oggigiorno quando poveri e immigrati hanno bisogno di accoglienza e fiducia e non di cattivi giudizi.

Per lggere l’articolo completo:  «Se ti chiami Chantal vai male» I pregiudizi dei prof sui nomi

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: