La “ruota dei colori”: qual è il colore del tuo umore?

A differenza di altre discipline (come la fisica) la psicologia ha da sempre la peculiarità di studiare l’esperienza come dipendente dal soggetto esperiente.
In questo modo, ad esempio, il nostro umore può avere effetti sul modo con cui percepiamo la valenza emotiva di una situazione e la rappresentiamo mentalmente e visivamente.
Ma il nostro umore può “colorare” i nostri pensieri?

Un gruppo di ricerca guidato da Peter Whorwell, docente di medicina presso l’Università di Manchester, nel Regno Unito, ha ideato una “ruota dei colori”, uno strumento che permette di identificare e quantificare alcuni stati affettivi, in soggetti normali, ansiosi e depressi.
La ruota, definita “The Manchester Colour Wheel” comprende bianco e nero (con sfumature fino al grigio) e quattro tonalità di rosso, arancione, giallo, verde, blu, viola, marrone e rosa.

La ricerca è stata condotta su un campione di soggetti adulti sani (105 volontari con stabile tono dell’umore) di indicare qai quali è stato chiesto di definire quale colore li attirasse maggiormente, quale fosse il preferito e infine quale colore avrebbero usato per descrivere lo stato d’animo in quel preciso momento. Le stesse domande sono state sottoposte, in seguito, ad un gruppo composto da 108 soggetti ansiosi e ad un campione formato da 110 individui depressi, identificati preventivamente in base alle risposte ad un questionario.
I risultati, pubblicati sulla rivista ad accesso libero “BMC Medical Research Methodology”, mostrano che la maggior parte dei volontari sani che degli ansiosi e dei depressi indica il giallo come colore che li attrae di più, il blu come colore preferito, mentre una significativa differenza riguarda la scelta del colore che riflette lo stato emotivo del momento: i soggetti sani usualmente scelgono il giallo, mentre ansiosi e depressi selezionano il grigio.

Il gruppo di ricerca ritiene che la ruota dei colori possa costituire un metodo semplice e riproducibile per valutare la presenza di disturbi depressivi nei bambini o in soggetti con difficoltà di comunicazione a livello verbale, anche se necessita di ulteriori prove di validazione nei bambini ed in individui appartenenti a diversi gruppi etnici.
Ma bisogna fare attenzione: serve tenere conto la scelta dei colori può essere influenzata anche dalla cultura di appartenenza.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: