Cos’è la felicità? La prospettiva edonica e eudaimonica del benessere

Con il post di oggi vorrei iniziare una serie di articoli incentrati sul tema della Psicologia Positiva e del benessere. Essendo argomento centrale della mia tesi e un ambito che da un lato mi interessa molto e dall’altro è, al grande pubblico, poco conosciuto ho pensato che potesse essere utile e stimolante parlarne un po’ su questo blog.
Iniziamo oggi con una distinzione di base all’interno di questo campo di indagine.
Buona lettura!

La distinzione fondamentale nel campo di indagine della Psicologia Positiva è quella tra due diverse prospettive teoriche e filosofiche all’interno dell’ambito di ricerche sul benessere: la prospettiva edonica (Kahneman, Diener e Schwarz) e quella eudaimonica (Waterman,Ryan e Deci).
Per la tradizione edonica il benessere coincide con il piacere e la felicità, mentre per quella eudaimonica esso e si esprime nella realizzazione della propria vera natura.

Lo psicologo Kahneman definisce la “psicologia edonica” come lo studio di “ciò che rende le esperienze e la vita piacevoli o spiacevoli”. Egli identifica nella massimizzazione della felicità umana il suo scopo principale e riferisce il benessere principalmente alla dimensione affettiva e alla soddisfazione di vita.
La prospettiva edonica trova le sue basi filosofiche nella teoria di Aristippo del terzo secolo a.C. che definiva il piacere come bene esclusivo da ricercare, raggiungibile attraverso la capacità di mantenere il controllo nelle situazioni avverse e in quelle favorevoli per arrivare ad un adeguato adattamento. Lo scopo della vita veniva identificato nella sperimentazione del massimo livello di piacere e felicità, risultato della somma dei singoli momenti edonici.

Al contrario, il fondamento filosofico dell’eudaimonia può essere rintracciato negli studi di Aristotele. Il filosofo greco fu il primo ad introdurre il termine eudaimonia e criticò duramente l’idea di felicità intesa come semplice soddisfacimento di bisogni e desideri, andando a contrapporre “la vita piacevole con la vita buona”.
Aristotele parte nella sua trattazione da una domanda fondamentale: “Qual è il più alto di tutti i beni ottenibili con l’azione umana?” e all’interno della sua opera più importante intitolata “Etica Nicomachea” elabora la sua risposta proponendo il termine “eudaimonia” intesa come la tensione verso l’eccellenza sulla base esclusivamente del proprio potenziale.
La sua idea è che la vera felicità sia fondata sull’espressione delle proprie virtù e che il fine ultimo della vita sia quello di impegnarsi a realizzare la propria vera natura.
Secondo Waterman, l’autore che per primo tradusse la distinzione teorica “edonia vs. eudaimonia” proposta da Aristotele nelle nozioni psicologiche di “semplice piacere vs. espressione del sé”, l’eudaimonia può essere definita come: “the feelings accompanying behavior in the direction of, and consistent with, one’s true potential”.Essa va oltre al concetto di felicità e viene accostata al  benessere più in senso lato, inteso come generato dal rispetto e della realizzazione della propria vera natura e come il risultato dell’inseguimento e raggiungimento di obiettivi positivi (Ryan, Huta, e Deci, 2006). Il benessere non sarebbe quindi un risultato o uno stato finale, quanto piuttosto un processo di realizzazione personale.
Esso si può raggiungere vivendo secondo il proprio “vero sé”, svolgendo attività profondamente congruenti ai propri valori e alla propria natura e in grado di impegnare e coinvolgere in modo olistico, al punto da far sentire i soggetti intensamente vivi e autentici.

Cos’è per noi la felicità ?….forse non è così facile definirla come sembra!🙂

Tag: , ,

6 Risposte to “Cos’è la felicità? La prospettiva edonica e eudaimonica del benessere”

  1. albawaba.com Says:

    I do not even know the way I finished up right here, but I believed this post used to be great.
    I don’t understand who you’re but definitely you are going to a well-known blogger for those who aren’t already. Cheers!

  2. Macbook Repair Says:

    An outstanding share! I have just forwarded this onto a friend who was
    doing a little research on this. And he in fact
    bought me dinner because I discovered it for him… lol. So let
    me reword this…. Thanks for the meal!! But yeah, thanx for spending some
    time to talk about this subject here on your web site.

  3. Launa Says:

    Hi! I just wish to give you a big thumbs up for your excellent information you’ve got right here on this post. I’ll
    be returning to your web site for more soon.

  4. boca raton accountant Says:

    It’s not my first time to visit this web page, i am browsing this web site dailly and obtain good data from here every day.

  5. Tips and Tricks in Caring for Kitchen Supplies Says:

    Hello mates, its enormous article on the topic of teachingand fully defined,
    keep it up all the time.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: