Posts Tagged ‘Sorriso’

Gianni Ferrario…un giullare d’impresa!

aprile 4, 2011

Un giullare in azienda…è questo ciò che cerca di fare Gianni Ferrario con il suo “Teatro d’impresa”.

Gianni Ferrario (attore-autore teatrale, form-attore, trainer, performer) opera a livello internazionale proprio in veste di giullare d’impresa, conducendo workshop esperienziali nell’ambito di percorsi formativi e dando vigore ad eventi e convention aziendali.
Oltre che nelle aziende,somministra pillole di sorriso anche in teatri, scuole, ospedali, gruppi e comunità.
Il suo metodo? La Terapia della risata combinata con altre tecniche molto originali ,mutuate dal mondo del teatro, al fine di facilitare la creatività e migliorare il clima nelle organizzazioni.
Perchè all’inizio forse il riso è forzato…ma poi si trasforma in risata collettiva e coinvolgente!!

Quali sono i contributi del giullare nelle organizzazioni? Secondo Gianni Ferrario sono veramente tanti!!! Eccone alcuni…

– Utilizza il linguaggio universale della risata, la comicità,
– Le sue arti spiazzanti da sano “provocatore” risvegliano il corpo e rischiarano la mente;
– Fluidifica la linfa vitale che collega le persone tra di loro;
– Apre nuove sinapsi comunicazionali;
– Accorcia la distanza tra le persone creando empatia;
– Aiuta ad accettarsi reciprocamente;
– Smorza le ostilità e sdrammatizza i conflitti inutili;
– Fa uscire dagli schemi abituali, generando emozioni e percezioni nuove;
– Genera un’atmosfera di buon umore e ottimismo che crea benessere (star bene insieme);

A parole probabilmente non renderà l’idea…ma fidatevi…assistere a un suo spettacolo fa veramente bene alla mente e al cuore!!

Se siete curiosi, interessati, dubbiosi o volete semplicemente saperne di più:
Sito internet: www.terapiadellarisata.it
Libro “Ridere di cuore”
Video : Youtube – Canale terapia della risata

Tratto da: lapsicologiadelsorriso.blogspot.com/

Annunci

La mimica facciale delle emozioni. Provate anche voi a simularle allo specchio!

maggio 21, 2010

Oggi voglio parlarvi di un nuovo blog che ho trovato nel mondo della blogosfera che per ora tratta argomenti molto interessanti!Vi consiglio vivamente di andare ad esplorarlo!

Io ho tratto alcune informazioni sulle diverse mimiche facciali tipiche delle diverse emozioni per fare un lavoro con un gruppo di ragazzi sulla CNV…è un riassunto chiaro e semplice della complessità dei muscoli e delle espressioni coinvolti. Ed è anche un bel modo PERprovare a sperimentarsi in prima persona. Siete capaci di simulare queste emozioni davanti a uno specchio??

SORPRESA

Nella sorpresale sopracciglia sono rialzate ed incurvate, la pelle sotto le sopracciglia è stirata e sulla fronte si formano lunghe rughe orizzontali. Gli occhi sono spalancati, la palpebra inferiore è rilassata, quella superiore invece è sollevata. Nella sorpresa si scopre il bianco dell’occhio sopra l’iride, a volte si scopre anche sotto, dipende però da quanto sono infossati gli occhi e da quanto è aperta la bocca. La bocca ricade dischiudendosi, tuttavia le labbra sono rilassate, accade come se la mascella cadesse senza sforzo.

RABBIA

In questo caso le sopracciglia sono abbassate e ravvicinate, possono rimanere orizzontali oppure inclinarsi verso il basso. Sulla fronte non si formano rughe, tuttavia se ne formano alcune tra le sopracciglia, a causa del ravvicinamento di queste. Le palpebre sono tese e gli occhi fissano in maniera dura e penetrante. La palpebra superiore è sempre abbassata a causa del movimento delle sopracciglia, senza il quale essa non potrebbe abbassarsi in quel modo. Per quanto riguarda la bocca le labbra possono essere serrate o aperte.

PAURA

Nel caso della paura le sopracciglia sono sollevate e dritte. Gli angoli interni sono più vicini e quelli esterni meno incurvati. Sulla fronte si formano delle rughe orizzontali. La palpebra superiore si solleva  scoprendo la parte bianca dell’occhio, mentre la palpebra inferiore è contratta. La bocca è aperta, le labbra sono tese e stirate all’indietro, gli angoli della bocca iniziano a piegarsi verso il basso.

FELICITA

Gli angoli della bocca sono tirati all’indietro e leggermente sollevati. Un segno distintivo della mimica della felicità è il formarsi delle rughe che scendono dal naso fino oltre gli angoli della bocca. La palpebra inferiore è sollevata e va a formare delle piccole rughe sotto l’occhio, mentre ai lati degli occhi si formano le così dette “zampe di gallina”, un segnale molto importante: se si formano il sorriso sarà sincero, al contrario avremo un tentativo di simulazione.

DISGUSTO

Il labbro superiore si solleva, quello inferiore si può sollevare oppure abbassare, il naso si arriccia, la palpebra inferiore si solleva ed infine, le sopracciglia si abbassano.

Terremoto in Abruzzo: l’importanza del recupero psicologico e della Clown Therapy per i bambini.

aprile 16, 2009

Di ritorno dalle vacanze pasquali, con l’obiettivo di aggiornare il blog, non posso far altro che parlare del terribile terremoto che ha colpito l’Abruzzo durante la prima settimana di Aprile. Sono stati tanti i servizi e gli approfondimenti trasmessi dalle televisioni, comparsi sui giornali…si è parlato di colpe, di responsabilità, di cause…. Senza ricadere nella banalità o apparire ripetitiva, penso che il mio unico compito sia quello di aiutare i profani a prendere una maggiore consapevolezza delle conseguenze psicologiche che possono nascere in seguito ad un avvenimento di questo tipo. Si tratta di cercare di compiere una recupero psicologico per persone che hanno perso tutto e i numerosi professionisti che si sono recati sul posto stanno operando in questa direzione. Chi perde casa e lavoro perde principalmente la sicurezza: vengono a mancare certezze e le basi fondanti della propria esistenza. Questo non può che avere come conseguenza un enorme stress mentale e una sensazione di impotenza. Inoltre lo shock di fronte a questo trauma può bloccare anche le funzioni più semplici come quella del bere, aumentando il rischio di disidratazione. Rispetto alla normale vita quotidiana nel vivere da sfollati vi è anche uno sfasamento del normale ciclo sonno-veglia, aggravato dal fatto che il trauma è avvenuto durante il sonno. Questo porta sicuramente ad avere difficoltà a dormire serenamente e, spesso, rivivere l’incubo del crollo e della notte del trauma.

Ma come aiutare queste persone? Gli psicologi presenti sul posto si stanno attivando per creare dei gruppi di supporto e di ascolto, per condividere sensazioni ed esperienze e far sentire gli abruzzesi meno soli. Fondamentale è poi il recupero dei bambini. Ridare loro la possibilità di giocare, divertirsi e soprattutto sorridere è fondamentale! Entrano in gioco così i “Clown”, psicologi che applicano la Patch Therapy, con lo scopo di ridare sorriso ai bambini. Per chi fosse maggiormente interessato vi consiglio di visitare il sito del Ministro delle Pari Opportunità, Mara Carfagna.

http://www.maracarfagna.net/

La psicologia del sorriso!Nuovo blog nella blogosfera!

marzo 27, 2009

Visto che devo farmi un po’ di pubblicità vi segnalo un nuovo blog che ho creato, insieme a 3 mie compagne di Università, come esercitazione all’interno del tirocinio di Psicologia della comunicazione!

Il tema è la Psicologia del sorriso…il compito era creare un blog sul tema della psicologia positiva per legare questo tema all’utilizzo delle nuove tecnologie nell’ambito della Psicologia dei nuovi media!!!

Il tema è nato così un po’ per caso e un po’ per interesse…è una sfida ardua in quanto la branca della psicologia del sorriso non esiste e dobbiamo noi esplorare un po’ nel web per trovare sempre nuove notizie e curiosità da inserire…ma nello stesso tempo è una cosa che ci appassiona e siamo contente del nostro lavoro!!!

Si parla del sorriso ovviamente…della sua funzione comunicativa, dell’espressione facciale ad esso associato, delle emozioni che evoca, della sua caratteristica tipicamente sociale che accomuna tutti gli uomini…e poi per rendere più piacevole la lettura ogni tanto ci dedicheremo alla pubblicazione di barzellette, filmati, storielle divertenti…per far ridere un po’…perché il nostro motto è che “Una giornata senza sorriso è una giornata persa”!!!!E poi sorridere fa bene…non pensate???

Ecco il link del blog… http://lapsicologiadelsorriso.blogspot.com

Mi raccomando…servono visite e commenti (c’è anche una competizione in atto!! :P)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: